Addio HUAWEI?

Se solo pochi giorni fà ci interrogavamo su quelli che sono stati i primi mesi del 2019 e cercavamo di tracciare un bilancio pensando agli scenari della seconda parte dell’anno, sembra che da adesso si possa avere un’indicazione chiara quanto sconvolgente. E’ di queste ora infatti una notizia che sta destando molta confusione nel mondo tech. E’ stata battuta nella notte un’agenzia secondo la quale Huawei starebbe perdendo le licenze di utilizzo di Android. Ma questo che cosa significa?

AMERICA VS CHINA

In un clima si sempre maggiore tensione fra le due superpotenze mondiali rientra anche la complicata gestione della vicenda Huawei. Il produttore tech è stato infatti più volte, prima della clamorosa notizia di oggi, al centro di attacchi da parte del governo americano. Dall’arresto di cariche importanti della società, fino alle accuse di spionaggio, il brand cinese ha dovuto combattere per poter continuare ad operare nel settore. Fino ad oggi almeno . . .

Quali saranno le scelte di Huawei per il futuro?

ADDIO ANDROID?

La notizia riporta come sicuro il fatto che Google abbia deciso di negare le licenze di utilizzo del proprio sistema operativo a Huawei. Questo comporta l’impossibilità di accedere ai servizi di Big G (GMAIL, PLAY STORE ecc) ed anche la mancata applicazione dei futuri aggiornamenti di sistema pensati da Google. Se così fosse tutti gli smartphone attualmente in commercio vedrebbero le loro funzionalità drasticamente ridotte e gli scenari futuri ridimensionerebbero notevolmente il ruolo del brand.

HUAWEI IN ITALIA

Il produttore cinese può vantare una quota di mercato invidiabile nel nostro paese. Forte di smartphone dal rapporto qualità prezzo invidiabile ( non dimentichiamoci anche della controllata HONOR ), ha saputo imporsi e diventare la scelta di molti italiani. Come influirà questo clima di continua crisi mondiale per gli utilizzatori nostrani di smartphone?

La notizia è in costante aggiornamento e Google e Huawei non hanno ancora, al momento dell’articolo, effettuato dichiarazioni in merito. Non tarderemo ad aggiornare la notizia con le evoluzioni di una vicenda dai contorni ancora poco chiari.

SOURCEAgenzia Reuters
Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!