Voglio essere chiaro e diretto con voi, non sono un videogiocatore e questo se vogliamo è già una determinante non da poco per recensire un prodotto del genere. Non sarò come detto un gamer ma ho provato dei buoni monitor nella mia vita e questo AOC si è fatto apprezzare sotto molti aspetti. Partiamo subito col dire che questa recensione sarà divisa in capitoli così se volete potete andare direttamente alla parte che vi interessa di più.

Design

Capitolo design, per un minimalista e purista delle linee come me questo monitor per il suo carattere da gaming non è il massimo della sobrietà, ma diciamo che comunque si fa amore, lo chassis di colore nero è molto bello e la base rossa presente sulla base e in alcuni particolari del monitor ci stanno bene. Per il target a cui ci si rivolge credo che il design sia più che azzeccato.

Prestazioni

Qui io purtroppo come dicevo non sono un videogiocatore quindi non riesco ad apprezzare i 144Hz di refresh che ha il pannello IPS da 27 pollici. Il tempo di risposta è di 1ms molto veloce e che da una risposta pronta sopratutto nei giochi che richiedono una prontezza di riflessi come gli fps. Se poi avete anche una scheda video AMD il tutto è ancora più performante, il supporto al FreeSync è perfetto per abbracciare l’hardware del vostro computer con GPU AMD e monitor sincronizzando il processore e monitor eliminando ogni minimo lag, glitch o non fluidità nel gioco. La mia esperienza è stata molto più sempliciotta ho usato il monitor per lavorare e montare dei video, apprezzo molto la possibilità di usare diverse modalità presenti di default per avvicinarsi sempre di più alle vostra esigenze. I Presets a cui potremo accedere subito out-of-the-box sono i seguenti: fps, rts, corsa, Giocatore 1,2 e 3 che sono personalizzabili in ogni aspetto.Anche il profilo colore che a me interessa di più è ottimo ho trovato il mio amato sRGB e mi sono fermato lì. Si può sempre tramite il pannello – accessibile tramite una pulsantiera posta sotto il monitor nella parte destra, non proprio agevole – di attivare anche delle modalità ufficio, lettura e personalizzare la luce blu. Così facendo gli occhi si stancheranno di meno.

Perché comprarlo?

Lo comprerei se fossi un gamer che si deve fare il Setup dei suoi sogni e ha voglia di farla anche con gusto. AOC sta lavorando bene e i prodotti si vedono, sono di qualità e meritano ogni soldo speso. Questo che io ho in prova si può reperire ad un prezzo molto interessante a poco meno di 280 euro. Ha molte soluzioni e anche il fatto di poterlo regolare in altezza è un fattore non da poco, io con il laptop/iPad ho lavorato benissimo infilandolo sotto senza problemi. Le porte sul retro sono molto interessanti e aumentano ancora di più il livello di piacevolezza nell’usarlo. Avrei gradito un’uscita usb-c sopratutto ora che molti laptop e terminali ne sono provvisti come unica porta.

Perché non comprarlo?

Beh non lo comprerei solo per il fatto che ha solo l’HDMI – due per la precisone -. Mi sarei aspettato un usb-c che ormai è lo standard. Peccato per la risoluzione qui ci fermiamo ad un FullHD.

Conclusioni

Sull’ambito gaming non parlo ma su quello della produttività lo reputo un buon monitor, gli manca come detto l’USB-C che mi ha costretto ad usare un’adattatore molto scomodo e che mi crea scompiglio sulla scrivania. Peccato per la risoluzione il FullHD sta stretto è qualcosa che vorrei veder relegato solo a monitor sotto i 200 euro. La qualità dei materiali e delle parti assemblate sono valide non ho avuto scricchiolii o cedimenti. Morale della favola, lo consiglio ma attenzione a quello scritto sopra. Per chi volesse approfondire di più le specifiche vi rimando al sito ufficiale del produttore.

Scrivere la biografia è la cosa che mi spaventa di più, ma proviamoci. Sono un viaggiatore incallito appena ho un momento prendo e scappo via, porto sempre con me una fotocamera e una lente super wide magari anche fish-eye. Quando vedete il mio nome significa che si sta parlando di wearable, fotografia, Linux o di tastiere meccaniche, che acquisto in maniera compulsiva. Profondo sostenitore che i switch migliori non esistono vago per il web alla ricerca di nuovi mondi inesplorati [click].