Asus ZenFone 4: La Recensione di Spazio iTech

Cari lettori di Spazio iTech, eccoci tornati con la recensione di uno smartphone appena uscito. Stiamo parlando dell’Asus ZenFone 4(ZE554KL). Dopo avervi presentato l’ampia gamma dei device presentati dalla società, siamo finalmente pronti, dopo un mese di utilizzo intenso, a darvi la nostra opinione circa questo device. Pronti? Iniziamo!

Confezione

La confezione è realizzata con un materiale simile alla gomma, di colore nero e con finiture in oro. Appena solleviamo il coperchio troviamo subito il manuale di istruzioni e la piccola spilla per estrarre il carrellino delle SIM. Succesivamente troviamo il telefono, un paio di cuffie in-ear dall’ottima qualità, il caricabatterie con presa al muro e un cavo Type-C. E’ piuttosto completa!

Design e Display

Il Design è uno dei punti forti del device. Sia frontalmente che posteriormente troviamo l’utilizzo del vetro. Ciò rende il device estremamente elegante. Davvero piacevole è l’effetto che si crea nella parte posteriore quando il device è contro luce. Ricorda vagamente l’Honor 9. Il contorno è realizzato in alluminio. Il vetro che protegge il display è un Corning Gorilla Glass 3. Sulla sinistra troviamo il carrellino per la sim e la MicroSD mentre sul lato destro abbiamo il tasto di accensione/spegnimento e il bilanciere del volume. Il tasto home frontale non si puo’ cliccare, ma cela un sensore di impronte digitali davvero fulmineo, in gradi di sbloccare il device in 0,2 secondi.

Il display è un’unità da 5,5” pollici FULL HD (risoluzione 1920 x 1080 pixel). Lo schermo è un Super IPS+ e in grado di riprodurre 16 Milioni di colori. La luminosità è molto alta. Raggiunge i 600 nits. Quella automatica funziona piuttosto bene. Per quanto riguarda i colori, vengono riprodotti benissimo. Naturali, vivaci e molto belli da vedere. Sembra di avere in mano un display Amoled. I neri sono molto profondi per essere un display IPS e i bianchi sono coerenti e non virano verso altri colori.

Hardware,connettività, batteria

  • Dimensioni: 155.4 x 75.2 x 7.7 mm
  • Peso: 165 g
  • Display: 5,5” FULL HD (risoluzione 1920 x 1080 pixel) Super IPS+ LCD, 16 Milioni di colori
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 630
  • GPU: Adreno 508
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 GB espandibile via microSD fino a 256 GB
  • Fotocamera posteriore doppia: Una 12 MP (f/1.8, 25mm, PDAF, OIS) e una grandangolare 120°, autofocus, dual-LED (dual tone) flash, HDR. Registrazione video [email protected]
  • Fotocamera anteriore: 8 MP, 12mm, f/2.0, grandagolare 84°
  • Connettività: Dual SIM ibrido, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, WiFi Direct, hotspot, Bluetooth 5.0, GPS GLONASS,
  • Altro: Lettore di impronte, Radio FM, Jack 3,5 mm
  • Batteria: 3300 mAh
  • Android 7.1.1 Nougat con ASUS ZenUI 4.0
  • Colore Mid Night Black

La batteria dello ZenFone 4 è abbastanza buona. Con un utilizzo misto tra connessione 4G e reti Wi-Fi, riusciamo a raggiungere le 5 ore di schermo. Tutto grazie al processore di Qualcomm che non è molto energivoro. Il lettore di impronte digitali è precissisimo.

La connettività è completa, non manca nulla: c’è il Wi-Fi che supporta tutte le frequenze(compresa la 5 GHz), il 4G, il dual-SIM, il Bluetooth, l’USB Type-C e un GPS molto veloce. Degna di nota è la presenza della radio FM e soprattutto del Jack che sembra ormai un miraggio nel 2017.

Software e prestazioni generali

Sull’Asus Zenfone 4 è installata la ZenUI 4.0, una ROM personalizzata dalla stessa ASUS di Android 7.1.1. Durante l’evento che si è tenuto a Roma, la società ha assicurato che uscira molto presto un aggiornamento software che porterà Android 8.0 Oreo. Il software è fluido in ogni situazione e abbastanza pratico per la vita di tutti i giorni. Forse è solo un po’ anonimo. Nella navigazione Web non abbiamo grandi problemi, le pagine che visualizziamo sono ben rese dal display. Nel Gaming si comporta bene, non ci sono molti cali di frame soprattutto in giochi online. Il caricamenti sono nella media ma non ai livelli dei top di gamma.

Multimedia: speaker e fotocamera

Anche l’audio è buono, soprattuto quello in capsula. Buona anche la riproduzione dei brani, certo non aspettatevi una grande rega sonora però non è male per la categoria dei medio di gamma.

Per quanto riguarda il comparto fotografico abbiamo una fotocamera posteriore doppia: Un sensore è da 12 MP (f/1.8, 25mm, PDAF, OIS) e uno è grandangolare 120° con autofocus, dual-LED (dual tone) flash, HDR. Asus Zenfone 4 puo’ registrare video fino a [email protected] La fotocamera anteriore è da 8 MP, 12mm, f/2.0, grandagolare 84°

Come sono le foto? Belle, mi hanno stupito. Il device riesce a raccogliere molti dettagli e colori sono ben bilanciati. Forse il tutto è reso più bello dalla luminosità del display. Durante le riprese video, la messa a fuoco è precisa. Il software per scattare foto è semplice ed intuitivo. E’ possibile accedere a moltissime modalità e  impostazioni manuali. Con molta luce, gli scatti sono belli ma nelle condizioni difficili si notano tutte le difficoltà del sensore fotografico. Ad esempio non funziona al meglio l’HDR. Al buio vedrete il device in evidente difficoltà. Il rumore video è molto presente.

Prezzo e Conclusioni

Che dire.. Il device è interessante, si pone nella fascia dei medio di gamma. Non pretendiamo certo di ottenere prestazioni simili ai top di gamma del momento. C’è da dire però che ASUS ha spinto troppo sul prezzo. Parliamo di 499 euro per portarsi a casa questo device. Troppo? Decisamente si. Se consideriamo che con la stessa cifra possiamo ottenere telefoni come OnePlus 5 o Samsung Galaxy S8, la cifra ci sembra davvero elevata. A 300 euro sarebbe stato un best buy.

Per ulteriori informazioni, vi consigliamo di consultare anche il sito di ASUS.

Vi ricordiamo infine di vedere la nostra video-recensione per apprezzare al meglio le caratteristiche di questo device e vi ricordiamo di commentare qui sotto o sulle nostre pagine social per farci sapere la vostra opinione. Conta moltissimo il vostro parere!