Anche Google si butta nei servizi finanziari.  A partire dal 2020 l’azienda potrebbe infatti offrire ai suoi utenti la possibilità di aprire e gestire un vero e proprio conto corrente, anche se con modalità molto diverse dai suoi diretti concorrenti. Come per altri big della tecnologia che già in passato hanno provato l’approdo in questo settore, il progetto vedrà coinvolte altre entità oltre l’azienda Americana leader di Internet. Scopriamo di più insieme con questo articolo!

google
Google vi farà aprire un suo conto corrente?

Google Cache: come sarà il conto corrente di Google

Al momento i dettagli sul progetto Cache sono molto pochi. Si sa che Google lo sta mettendo in piedi insieme ad alcuni partner finanziari, tra i quali Citigroup e Stanford Credit Union. Dai primi dettagli si è scoperto che Cache dovrebbe essere una sorta di interfaccia tra l’utente e il conto bancario. Secondo Sengupta, però, grazie alla capacità di Google di lavorare su grandi set di dati i servizi erogati saranno migliori, una parte sempre più ampia della vita e degli acquisti delle persone potrà essere gestita da questa piattaforma digitale.

Google Cache: oltre Google Pay e Wallet

Sembrerebbe, quindi, che Cache sia una evoluzione dei già esistenti Google Pay e Google Wallet, cioè i sistemi di pagamenti elettronici e i portafogli virtuali di Mountain View. Google fa sapere che le informazioni relative agli acquisti e ai movimenti di denaro non saranno utilizzate per erogare pubblicità targettizzata, né verranno cedute a società terze.

Google Cache: la parola alle autorità finanziarie sul conto corrente made by Google

Se Google ha optato per un ingresso nel settore bancario, affidandosi a chi fa banca già da decenni, è anche per ridurre i tempi. Google non ha al momento alcuna autorizzazione a “fare banca” né in Europa né negli Stati Uniti, di conseguenza non può gestire in prima persona i conti correnti o altri servizi finanziari, come prestiti e mutui. In ogni caso ci si aspetta un pronunciamento delle autorità competenti, almeno negli USA, su questo annuncio non appena i dettagli del progetto Cache verranno resi pubblici.

Aggiorneremo la notizia non appena avremo altre informazioni in merito. E voi? Cosa ne pensate di questa nuova pensata di Google? Vi affidereste completamente a Big G per la gestione a 360° delle vostre vite digitali? Pensate che Google possa essere in grado di gestire questa nuova sfida?  Commentate qua sotto dicendo la vostra! VI ASPETTIAMO!

 

Ho 19 anni e sono un grande appassionato di tecnologia fin da bambino. Il motivo? in realtà non ce n'è uno di preciso ma so che mi entusiasmo particolarmente appena mi trovo davanti gadget smart o con componenti elettroniche all'interno. Nella vita lavoro al mediaworld con un motivo ben preciso: Vedere gli utenti cosa cercano nei prodotti per poi poter magari dare delle risposte sui miei video che faccio sul mio canale youtube e non solo. Anche per spazio itech e tenermi a contatto con le ultime novità tecnologiche che arrivano in negozio, con le novità che scriviamo per il Blog. Come sport ho fatto calcio per 6 anni da quando sono nato e poi a 13 sono passato al tennis perchè la passione per il calcio cominciava a essere trascurata per vari motivii.