Google dovrebbe presentare i suoi nuovi Pixel di terza generazione entro la seconda metà dell’anno. Negli ultimi giorni sono trapelati una serie di disegni CAD relativi ad una cover protettiva per Google Pixel 3 XL. La cover sembra essere stata progettata in linea con i render del Pixel 3 XL che era già trapelati qualche tempo fa.

Dai render dello smartphone con la cover, viene ribadito che il Pixel 3 XL avrà un design borderless con notch nella parte alta del display con una configurazione a doppia fotocamera posizionata all’interno, insieme alla capsula auricolare e i vari sensori. La custodia trapelata ribadisce inoltre che il dispositivo verrà invece fornito con una singola fotocamera sul retro, una sorpresa dato che ormai la doppia fotocamera sul retro è quasi d’obbligo.

La cover mostra che la fotocamera posteriore si troverà nell’angolo in alto a sinistra, mentre al centro vi sarà un sensore di impronte digitali. Il render mostra anche che il dispositivo avrà l’altoparlante stereo frontale situato sotto al display, nella cornice inferiore non di certo ridottissima.

Google quindi continua nel voler utilizzare un singolo sensore posteriore, e come dargli torto visti i grandi risultati ottenuti con il modello precedente, che fu ed è tutt’ora, uno dei migliori smartphone in ambito fotografico. Per quest’anno, però, ci saremmo aspettati un singolo sensore sul piccolo Pixel 3 e una configurazione a doppia fotocamera sul più grande Pixel 3XL, ma sembra che Google non la pensi come noi.

Google Pixel 3 XL dovrebbe avere uno schermo da 6,2 pollici, con fattore di forma 19:9, anche se il notch dovrebbero contribuire a mantenere abbastanza compatte le dimensioni. In particolare il notch potrebbe avere dimensioni decisamente contenute, circa 24 x 8 millimetri, sufficienti comunque a contenere lo speaker frontale, la doppia fotocamera e i vari sensori.

Sotto la scocca dovrebbe trovare posto un SoC Qualcomm Snapdragon 845, affiancato da 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, anche se non è escluso che Google possa adattarsi al mercato e proporre 6 GB di RAM e una maggiore quantità di memoria interna.