Google vuole abbandonare la Cina?

A volte noi utenti sembriamo attirati solamente dagli aspetti estetici e funzionali dei nostri dispositivi. Senza curarsi però di tutto il background e della storia di come essi siano giunti nelle nostre mani, non è possibile comprendere appieno il settore. Temi come l’impatto ambientale delle produzioni ne sono un esempio, di come oltre all’usabilità generale possano esistere altri temi altrettanto importanti per il movimento tech. Oltre a questo non si può non citare, sopratutto quest’anno, la discesa in campo di aspetti geo politici che hanno minato la serenità dell’intero ecosistema legato alla tecnologia. Dopo infatti aver visto tutta la brutta vicenda legata a Huawei ed agli Stati Uniti, sembra che la storia sia pronta ad arricchirsi di un nuovo capitolo. Google pare infatti intenzionata a spostare la produzione dei propri smartphone Pixel dalla Cina al Vietnam. Scopriamo il perché questa mossa è più importante di quello che potrebbe sembrare a prima vista!

GOOGLE VUOLE ABBANDONARE LA CINA?

Huawei di recente ha dichiarato di voler diventare pienamente autonoma ed indipendente da fornitori extra confine, per potersi dire al sicuro da eventuali avvisaglie politiche. Di tutta risposta arriva in queste ore questa dichiarazione che vede Google, uno dei marchi più rappresentativi degli Stati Uniti, interessata ad abbandonare la produzione in terra cinese. Un continuo gioco degli scacchi, dove ogni mossa sembra essere fatta per neutralizzare le minacce, solo possibili per ora, dell’odiato nemico.

Addio alla Cina, la nuova terra promessa per la tecnologia è il Vietnam!

UNA SCELTA NON NUOVA

Non si tratta però di un fenomeno isolato. Si era parlato, nei mesi passati, anche di Apple e del suo desiderio di delocalizzazione di parte del processo produttivo degli iPhone. Scelte a metà fra il puro aspetto economico, costi ridotti della catena produttiva, ed appunto dettate dai difficili equilibri internazionali. Senza dimenticare Samsung, che praticamente per i suoi Galaxy e non solo non entra in territorio cinese. Una sorta di isolazionismo per quelli che sono stati negli anni i centri della tecnologia globale. Ma siamo sicuri che tanta esperienza e bagaglio di conoscenze debbano andare persi per semplici schermaglie e giochi di potere?

Diteci la vostra sull’argomento. Aspettiamo un vostro commento ed il vostro parere! Pensate che la Cina verrà realmente abbandonata da tutti i player della scena tech? Google seguirà la strada di Samsung? Che ne sarà di Huawei? Solo il tempo saprà dirci quale in realtà sarà la strada più giusta per tutti, utenti compresi!

SOURCEthe verge
Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!