Nel primo pomeriggio di oggi vi ho chiesto, sul nostro profilo e pagina ufficiale di Facebook, il vostro pensiero inserente quella che abbiamo definito “un aspetto in grado di creare controversie fra gli utenti”. Il titolo dell’articolo dell’episodio odierno potrebbe non aiutarvi nella comprensione e pertanto di invito a continuare la lettura ed il viaggio insieme a me! Benvenuti a tutti ad una nuova puntata a tema “PRO” della nostra rubrica buonasera tech.

MAX, PRO, PLUS

Che cosa hanno in comune questi tre aggettivi? Nel mondo della tecnologia queste tre parole sono diventate ormai comuni agli utenti, che le ritrovano in molti dispositivi presenti sul mercato. In sostanza servono ai produttori per differenziare due varianti dello stesso modello, senza far perdere al cliente il punto di riferimento sulla famiglia di appartenenza. Un esempio pratico lo sono anche gli ultimi NOTE 10 di Samsung, per la prima volta vittime di questo fenomeno.

Gli smartphone PRO, PLUS, MAX sono ormai una realtà del settore smartphone!

VITTIME

Già dall’utilizzo della parola vittime capirete che il mio pensiero a riguardo di questa pratica non sia dei migliori. Perché questo? Per il semplice fatto che nel 99% dei casi, con esclusione unica forse del mondo Apple, la variante PRO/PLUS è l’unica realmente completa e senza rinunce. Alla variante “normale”, che solitamente sarebbe anche magari la più ricercata in quanto nella maggior parte dei casi rappresentante di smartphone più compatti e comodi, viene sempre invece a mancare qualcosa. Che si tratti di un modulo fotografico, oppure di un processore inferiore, fino a scelte più conservative sulla batteria, sembra che siano in primis i produttori stessi a non credere nella loro utilità. Ma se nemmeno l’azienda crede in un proprio dispositivo, perché gli utenti dovrebbero?

LA PAURA

Sembra strano ma l’unica ragione che posso trovare in questa pratica da parte dei brand è rappresentata da una strana sorta di paura. Paura che, per fare un altro esempio concreto, ha anche contagiato quest’anno One Plus. Come se le aziende, spaventate dal non riuscire a vendere abbastanza, siano obbligate a lanciare un prodotto sempre top gamma ma un po’ più “sfigato” per offrire agli utenti un opzione a prezzo ridotto. Ma dato le criticità di questa pratica, non basterebbe abbassare le richieste, ormai folli, dei proprio gioielli tech PRO/PLUS/MAX e chi più ne ha più ne metta? Alla fine nessuno ha mai detto che i prezzi degli smartphone debbano aumentare ogni anno, o no?

Diteci la vostra a riguardo ricordandovi di lasciare un bel commento oltre che condividere la puntata con i vostri amici!

A DOMANI!

Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!