La dipendenza da cellulare. Fenomeno di cui si sente parlare spesso nei media e non solo. Ma siamo certi che si possa parlare realmente di casi di abuso nell’utilizzo degli smartphone o semplicemente sono diventati troppo indispensabili e quindi “obbligatoriamente” sempre più usati? Parliamone insieme nel nostro solito appuntamento quotidiano.

I cellulari, fra dipendenza ed utilizzo sfrenato

Vorrei fare una distinzione innanzitutto. Dividere fra coloro che utilizzano tanto i propri device a discapito del proprio tempo libero e chi, invece, ne fa un uso intenso per produttività e comodità. Tutti coloro che rientrano nel primo caso di utenti, sono sicuramente vittime, ognuno a modo proprio, del proprio cellulare. Lo strumento diventa il metronomo unico che scandisce il tempo, dettando regole ed usi. Finisce così che le persone passino ore dietro al proprio giochino preferito, o sui social network, senza neanche accorgersene e senza essere in grado di porre un freno. Si diventa appunto dipendenti…

LEGGI ANCHE:Apple Watch | Novità con macOS 10.15! [rumors]

Esiste tutta un’altra categorie di persone che utilizza il tanto tempo passato davanti a proprio schermo per lavoro, per essere più produttivi e per organizzare le proprie giornate. Per tutti coloro che rientrano in questa categoria, lo smartphone è uno strumento essenziale ma governato. Pensare alle agende ormai tutte digitalizzate, al rapporto che si ha con la propria banca o con una moltitudine di servizi, tutta l’interazione passa dallo smartphone, strumento in grado di farci risparmiare tempo.

Può esistere una vita senza cellulare?

C’è però un errore di fondo nell’analisi. Perché forse quella della produttività è solamente una scusa. Perché pensare di governare il mezzo probabilmente è un utopia. Ed anche per la seconda categorie di persone si potrebbe tranquillamente parlare di dipendenza. Diversa sicuramente, ma pur sempre dipendenza. Ormai infatti penso che i nostri cellulari, per la loro trasversalità e per le loro potenzialità ormai sconfinate, siano diventati indispensabili per le nostre giornate. E da qualsiasi punto la si guardi, non la si piò non definire come una dipendenza. Se migliore o peggiore di altre, il tempo sarà giudice…

E voi? come giudicate il rapporto con il tempo che passate davanti allo smartphone? Ftecelo sapere qui sotto nei commenti!

Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!