I servizi di streaming di giochi hanno lo scopo di fornire ai giocatori l’accesso ai loro titoli preferiti quando vogliono e ovunque si trovino, su quante più piattaforme possibili. Per molti anni, l’industria dei giochi è diventata un business da molti miliardi di dollari

Non c’è quindi non c’è da meravigliarsi se molte aziende vogliono un pezzo di torta di questa nuova frontiera del mercato.


Microsoft ha recentemente ufficializzato il suo servizio di streaming di giochi xCloud alla Samsung Developer Conference.

Ha poi inoltre annunciato che il servizio sarà disponibile sugli smartphone Samsung Galaxy.

LEGGI ANCHE ASUS annuncia Chromebox 3!

Il servizio di streaming di giochi xCloud utilizzerà la tecnologia cloud Azure di Microsoft per rendere disponibili giochi di qualità per console su tutti i dispositivi, inclusi gli smartphone. Naturalmente, i giochi verranno eseguiti nel data center, in quanto i telefoni si comportano più come display e controller.

 

“Project xCloud è attualmente in fase di test su dispositivi collegati via Bluetooth a un Xbox Wireless Controller, che consentono inoltre di giocare tramite input touch.
Lo sviluppo e la crescita di Project xCloud rappresentano un percorso pluriennale: il prossimo anno inizieranno i test pubblici, che consentiranno a Microsoft di mettere alla prova il servizio con volumi e posizioni geografiche differenti. L’obiettivo è sviluppare un’esperienza di gioco eccezionale dedicata ai gamer Xbox e consentire agli sviluppatori di raggiungere centinaia di milioni di nuovi giocatori.”

 

Parlando di controller, Microsoft consentirà gli utenti di smartphone di collegare i controller Xbox quando giocano se non vogliono usare i loro touchscreen. Tuttavia, i giochi sviluppati appositamente per PC e console richiedono probabilmente alcuni aggiornamenti per aggiungere il controllo touchscreen.

Microsoft non ha ancora annunciato quando xCloud sarà pronto per l’uscita ufficiale.

Microsoft ha però affermato che sta implementando la tecnologia nei suoi data center, quindi potrebbe richiedere del tempo. È anche importante notare che le prime prove inizieranno nel 2019.
Con una nota simile, Google sta già testando un servizio simile, che rende disponibili giochi come Assassin’s Creed: Odyssey nel browser Chrome per desktop, un progetto attualmente aperto solo negli Stati Uniti.