Samsung Electronics Co., Ltd, ha presentato oggi nuovi potenti strumenti di sviluppo per le sue piattaforme Bixby e SmartThings, oltre a nuove importanti esperienze in campo mobile con One UI e Infinity Flex Display.

“Abbiamo raggiunto progressi significativi nell’AI e nell’IoT, che saranno cruciali per dare vita alla nostra visione di realtà connessa”, ha affermato DJ Koh, Presidente e CEO della divisione IT & Mobile Communications di Samsung Electronics. “I progressi compiuti in Bixby e SmartThings inaugurano un nuovo capitolo in cui prodotti e servizi di terze parti possono essere integrati nelle piattaforme AI e IoT su larga scala”.

“Il display pieghevole offre le basi per un nuovo tipo di esperienza mobile. Siamo entusiasti di lavorare con gli sviluppatori su questa nuova piattaforma per creare nuovo valore per i nostri clienti. Non vediamo l’ora di vedere dove questa tecnologia e la collaborazione con gli sviluppatori potranno portarci”.

LEGGI ANCHE Mate 20 Pro | Disponibile nuovo aggiornamento

Per facilitare agli sviluppatori la scalabilità dei servizi basati su Bixby, Samsung introduce Bixby Developer Studio. La raccolta di strumenti fornisce un modo intuitivo per sviluppatori e partner di trasmettere l’intelligence a più servizi e dispositivi. Gli sviluppatori saranno così in grado di creare facilmente delle Bixby Capsule che potranno poi essere scaricarti dal Bixby Marketplace.

Samsung porterà in questi prossimi mesi Bixby in cinque nuove lingue, tra cui inglese britannico, francese, tedesco, italiano e spagnolo.

Samsung sta rendendo più veloce e semplice per gli sviluppatori la connessione dei propri dispositivi e servizi alla piattaforma SmartThings, con una nuova suite di strumenti nel rinnovato SmartThings Developer Workspace. Questi strumenti avanzati includono SmartThings Cloud Connector, SmartThings Device Kit e SmartThings Hub Connector. Gli sviluppatori possono anche progettare e lanciare sulla piattaforma, oltre a integrare facilmente i dispositivi Zigbee e Z-Wave.

Samsung introduce inoltre una nuova interfaccia chiamata One UI. Il tutto basato sul concetto di minimalità per un uso senza distrazioni e fronzoli dello smartphone.

Infinity Flex Display insieme a One UI offre un nuovo tipo di esperienza mobile che consente agli utenti di effettuare cose che prima non avrebbero potuto svolgere con un normale smartphone.

Samsung ha anche invitato i vari sviluppatori ad entrate subito nel vivo di questa nuova esperienza di display flesssibili, ed ha anche annunciato di voler ottimizzare il tutto anche con l’aiuto di Google e i suoi servizi.

Cosa pensate di questo evento di Samsung? Sarà questo il futuro tech che ci aspetta?