Quando parliamo di Sony una delle prime cose che ci vengono in mente sono le Tv, gli Hi-fi e mirrorless. Ma questa volta l’azienda ha presentato un nuovo monitor professionale UHD da 24″ con HDR.

LEGGI ANCHE: MacBook Pro 16 è ufficiale: nuovo schermo, nuova tastiera e prestazioni raddoppiate!

hdr
Monitor Sony

Il prodotto presentato all’International Broadcast Equipment Exhibition 2019 (Inter BEE), attualmente in corso – fino al 15 novembre in Giappone, è un prototipo e non sono quindi ancora disponibili le specifiche complete. Si parla comunque di un pannello LCD con risoluzione Ultra HD. Al momento non ne conosciamo la tipologia e non possiamo quindi sapere se si tratterà di una sorta di versione ridotta del BVM-HX310 a doppia modulazione.

LEGGI ANCHE: HUAWEI X Gentle Monster Eyewear: ecco gli occhiali smart di Huawei!

Il monitor supporta i segnali in HDR e garantisce un picco di luminosità pari a 1.000 cd/m2 – nits. Per quanto riguarda la fedeltà cromatica è menzionato il supporto agli spazi colore ampliati. Sony lo descrive come ideale per le produzioni 4K HDR, il monitoraggio sul set, l’editing video non lineare e il monitoraggio a parete in studio, in rack per OB van o nelle sale macchine. Le connessioni disponibili includono un ingresso 12G-SDI e un HDMI.

Sony promette di rivelare ulteriori dettagli a breve. Per l’uscita sul mercato ci sarà invece da aspettare: si parla del 2020 inoltrato.

Ho 19 anni e sono un grande appassionato di tecnologia fin da bambino. Il motivo? in realtà non ce n'è uno di preciso ma so che mi entusiasmo particolarmente appena mi trovo davanti gadget smart o con componenti elettroniche all'interno. Nella vita lavoro al mediaworld con un motivo ben preciso: Vedere gli utenti cosa cercano nei prodotti per poi poter magari dare delle risposte sui miei video che faccio sul mio canale youtube e non solo. Anche per spazio itech e tenermi a contatto con le ultime novità tecnologiche che arrivano in negozio, con le novità che scriviamo per il Blog. Come sport ho fatto calcio per 6 anni da quando sono nato e poi a 13 sono passato al tennis perchè la passione per il calcio cominciava a essere trascurata per vari motivii.