Tesla ha interrotto la produzione della Model 3 per una settimana. Questo è stato necessario come affermato dallo stesso CEO Elon Mask per cercare di organizzare e potenziare la produzione della Model 3.Vista la forte richiesta la società sta avendo dei ritardi nella tabella di marcia rischiando di andare oltre i tempi prestabiliti.

LEGGI ANCHE: I classici SEGA arriveranno su Switch a partire da quest’estate

Alcuni dipendenti sono stati dislocati in altre parti dell’azienda, altri invece sono stati mandati a casa. Blocchi del genere hanno già visto coinvolti in passato lo stabilimento di Fremont e quello di Gigafactory 1 portando con se notevoli miglioramenti nella produzione. Gli stabilimenti – commenta il potavoce dell’azienda – dopo questo blocco hanno raddoppiato la loro produzione settimanale della Model 3 durante il trimestre. Questi blocchi sono anche necessari per andare ad aggiornare i macchinari ed eventualmente sostituirli con prodotti più efficienti.
Tesla
Dati alla mano tesla ha prodotto nel primo trimestre 9.766 Model 3, ben quattro volte in più del trimestre precedente. Secondo i dati divulgati dall’azienda ad oggi sono state prodotte 12.500 unità di Model 3 con un ordine che arriva a 500.00 unità. Per chi non conoscesse i lmodello Model 3 è diciamo la più economica delle auto Tesla. Al suo interno non troveremo finiture pari a quelle viste su Model S e Model X questo è stato fatto per contenere i costi. Motorizzazioni che sono da 50kWh e 75kWh, con la promessa di vedere in futuro motorizzazioni più spinte, più vicine alla modalità Ludicrous che troviamo sulla Model S. Dimensioni impotanti con una lunghezza di 469 centimetri e una larghezza di 189 centimetri, un’altezza di 144 centimetri che permetteono a pieno carico (bagagliaio da 424 litri) e 5 persone di sfiorare i 210km/h con la versione 50kWh (225km per la 75kWh). Autonomia che si attesta per la versione base su 352 km fino ad arrivare a 496 per la versione più potente. Prezzi che partono da 35.000 dollari versione standard fino ad arrivare a 44.000 dollari per la versione Long Range. La consegna è stimata per i primi mesi del 2019.

Scrivere la biografia è a cosa che mi spaventa di più, ma proviamoci. Sono un viaggiatore incallito appena ho un momento prendo e scappo via, porto sempre con me una fotocamera e una lente super wide magari anche fish-eye. Quando vedete il mio nome significa che si sta parlando di wearable, fotografia, Linux o di tastiere meccaniche, che acquisto in maniera compulsiva. Profondo sostenitore che i switch migliori non esistono vago per il web alla ricerca di nuovi mondi inesplorati [click].