Xiaomi Mi Mix 3

520 euro
9.3

Design

9.5/10

Display

9.5/10

Fotocamera

9.0/10

Performance

10.0/10

Software

9.5/10

Batteria

8.0/10

Pro

  • Display
  • Fotocamera
  • Materiali
  • Confezione di vendita

Contro

  • Mancanza Impermeabilità
  • Peso
  • Slider alle volte scomodo

Cari lettori di Spazio iTech, oggi vogliamo portarvi la nostra recensione di Xiaomi Mi Mix 3. La serie Mi Mix dell’azienda cinese è sempre stata sinonimo di design e anche quest’anno le premesse ci sono tutte. A distanza di due anni dal promo concept, Xiaomi ha sicuramente spinto molto sull’usabilità quotidiana portandoci uno smartphone prestante sotto quasi tutti i punti di vista. Se volete saperne di più leggete la nostra recensione completa!

Design e Costruzione

A livello costruttivo Xiaomi Mi Mix 3 presenta una bellissima back cover in ceramica che si congiunge alla perfezione con il frame in alluminio serie 7000. Sul retro troviamo l’immancabile scritta “MIX by Xiaomi”, l’inserto per il lettore d’impronte digitali e la dual camera posizionata in alto a sinistra posta verticalmente. Lungo il frame troviamo sul lato destro il tasto per l’accensione e lo spegnimento ed il bilanciere del volume. Sopra è presente il secondo microfono, sul lato sinistro il carrellino per le 2 SIM ed il tasto dedicato all’assistente vocale. Infine sul fondo c’è il microfono principale, la porta Type-C e lo speaker di sistema. Il pezzo forte di Mi Mix 3 però è sul fronte. Infatti qui troviamo un fantastico display in 19,5:9 SENZA notch. Esso è dotato di slider con sun sistema di magneti al neodimio, che ne permettono lo scorrimento. Spingendo il display  verso il basso rivela il sistema di dual camera anteriore,

Xiaomi Mi Mix 3

La costruzione di Xiaomi Mi Mix 3 risulta eccellente. Lo smartphone ha dimensioni generose ma il retro in ceramica non è troppo scivoloso. Lo slider sembra davvero robusto e ci da la sensazione di indistruttibilità durante l’utilizzo quotidiano. È presente la ricarica wireless (nella confezione di vendita è anche presente il pad). Peccato che manchi sempre qualcosa per raggiungere l’eccellenza dei competitor a livello di top di gamma. Non c’è alcuna certificazione per l’impermeabilità e non troviamo l’audio stereo.

Display

Anteriormente troviamo un pannello da 6,39 pollici FullHD+, con rapporto di forma in 19,5:9, in tecnologia Super AMOLED. Esso occupa ben il 93,5% della superficie frontale dello smartphone. Un display prodotto da Samsung davvero fantastico, con supporto all’HDR 10 ed allo spazio colore DCI-P3 . I colori sono ben bilanciati e la luminosità è ottima. Il sensore di luminosità funziona molto bene nonostante sia nascosto dallo slider. Gli angoli di visione sono ottimi, con i neri assoluti e bianchi che tendono all’azzurrino solo ad angolazioni estreme.

Xiaomi Mi Mix 3

Hardware, connettività, batteria

Xiaomi Mi Mix 3 è un top di gamma a tutto tondo e la sua scheda tecnica lo conferma. Troviamo infatti:

  • Dimensioni: 157,9 x 74,7 x 8,5 mm
  • Peso: 218 grammi
  • Display: 6.39” Super AMOLED, 19,5:9, 2340 x 1080 pixel, 403ppi, HDR 10
  • CPU: Snapdragon 845 octa-core a 2.8 GHz
  • GPU: Adreno 630
  • RAM: 8 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 128 GB UFS 2.1
  • Fotocamere posteriori: 12 Megapixel f/1.8 con OIS a 4 assi + 12 Megapixel f/2.4 con zoom ottico 2x
  • Fotocamera anteriore: 24 Megapixel f/2.0 + 2 Megapixel per la profondità di campo
  • Connettività: LTE Cat 18 (1200 Mbps), Dual SIM, Bluetooth 5.0 con A2DP/LE, WiFi a/b/g/n/ac a doppia banda, WiFi Direct, GPS, A-GPS dual band, GLONAS, BDS, GALILEO, NFC, USB Type-C 2.0
  • Batteria: 3200 mAh con ricarica rapida Quick Charge 4.0+ e ricariva wireless 10W
  • Android 9.0 Oreo con MIUI 10
  • Altro: Lettore d’impronte digitali, Sblocco facciale

Questo slideshow richiede JavaScript.

La batteria da 3200 mAh inizialmente può spaventare ma grazie all’ottimizzazione di questo Mi Mix 3 l’autonomia non delude affatto. Infatti si riuscirà a coprire con discreta facilità una giornata intera anche con uso stress, ma non aspettatevi di più. Con uso misto tra WiFi e 4G abbiamo sempre raggiunto le 5/5.30 ore di display attivo in una giornata intera. Interessante il supporto alla ricarica rapida Quick Charge 4.0+  anche se l’alimentatore in dotazione è soltanto QC 3.0. Ottima la ricarica wireless, che è rapida (10W) con il caricatore in dotazione.

La connettività è molto completa. Partendo dal bluetooth, presente nella versione 5.0, arrivando al LTE di categoria 18 che supera il Gigabit. Il WiFi è dual band e si composta molto bene. Il GPS è dual e si è rivelato preciso ed affidabile come pochi. È presente anche il supporto alla doppia SIM e l’NFC. Unica pecca è l’assenza dell’ingresso mini-jack. Buona infine la ricezione, che non mi ha mai dato noie, in linea con quasi tutti gli altri top di gamma. Ovviamente è presente la banda 20.

Software e prestazioni generali

Xiaomi Mi Mix 3 in questo momento non è ancora disponibile in versione Globale ma arriverà a breve. La nostra unità avviva dalla Cina ma abbiamo subito provveduto ad effettuare lo sblocco del bootloader e l’installazione della twrp. Grazie a questo abbiamo effettuato la nostra prova con la rom della community MIUI.IT sfruttando il Mi Mix 3 con lingua italiana e servizi google installati.

Xiaomi Mi Mix 3 adotta da subito Android 9.0 Pie personalizzato con MIUI 10. La nuova grafica dell’interfaccia rende l’esperienza utente davvero ai massimi livelli. Ogni cosa è al suo posto ed è enfatizzata dalla fluidità e concretezza che sono i due aspetti chiave di un software tra i più completi nel panorama Android. Le gesture per la navigazione sono sempre ottime. Buono lo sblocco col volto anche se non sempre viene naturale effettuare lo slide per utilizzarlo. Le prestazioni sono al top in tutto, con una reattività impressionante in qualunque situazione. Non scalda mai anche dopo sessioni di gaming prolungate.

Xiaomi Mi Mix 3

Riguardo lo slider sicuramente è una soluzione interessante per rendere il display più immersivo e senza interruzioni. Purtroppo difficilmente potrà essere la soluzione vincente per eliminare il tanto odiato notch in quanto l’utilizzo di uno slider ha diversi inconvenienti. Da primo non è sempre comodo effettuare lo slide del display rispetto al corpo del dispositivo sia per la durezza del meccanismo sia per la presa non sempre comoda. Poi c’è da mettere in conto l’ingombro di tale soluzione che rende il dispositivo più tozzo e pesante e porta via spazio ai componenti interni. Dunque una buona soluzione ma c’è ancora da lavorare.

Speaker

Lo speaker è mono, posto nella parte inferiore del dispositivo. Esso è abbastanza corposo, riproducendo l’audio a buona qualità. Il volume non è elevatissimo. Nel complesso il suono esce pulito e chiaro, e non tende mai a gracchiare. Buono il volume in chiamata dalla capsula auricolare che si sente bene nonostante sia posta al di sotto del display  ed in vivavoce è nitido.

Fotocamera

Per quanto riguarda il comparto fotografico troviamo un doppio sensore da 12 Megapixel il primo wide-angle con apertura f/1.8, pixel delle dimensioni di 1,4 μm, Dual Pixel autofocus e OIS a 4 assi, il secondo invece telephoto f/2.4 con zoom ottico 2x. Le fotocamere anteriore invece hanno un sensore da 24 Megapixel con apertura f/2.0 ed uno da 2 Megapixel per la profondità di campo.

Xiaomi Mi Mix 3

Le foto di Xiaomi Mi Mix 3 sono generalmente ottime. In condizioni di buona luce, gli scatti risultano al pari degli altri top di gammma, con molti dettagli ed una buona riproduzione dei colori. L’HDR automatico è sempre un valido alleato che aiuta in alcune situazioni senza essere troppo insivo. Vi è la funzione Fotocamere IA attiva di defoult, dove l’intelligenza artificiale va a riconoscere le scene ed a modificare leggermente i parametri di scatto migliorando quasi sempre le il risultato finale. Quando la luce cala gli scatti ne risentono un po’, con la comparsa di rumore di fondo. Nonostante questo anche in condizioni di scarsa luminosità le foto risultano buone. Il secondo sensore interviene in per lo zoom ottico 2x e la modalità ritratto. Quest’ultima si comporta molto bene, con effetti ritratto ottimi. Mi Mix 3 consacra Xiaomi sul campo fotografico, che fino a questo 2018 con Mi 8 e Mi Mix 3 aveva visto solo risultati mediocri in questo campo. Mi Mix 3 infatti scatta al pari di molti altri top di gamma, perdendo di poco solo verso pochi competitor.

I video in Full HD sono molto buoni, con l’OIS che si comporta al meglio e la messa a fuoco molto rapida. Buoni i video in 4K che raggiungono i 60 fps, con possibilità di effettuare time-lapse, slow-motion e super slow-motion.

Per quanto riguarda la camera anteriore troviamo un sensore da 24 Megapixel con apertura f/2.0 ed uno da 2 Megapixel per la profondità di campo. Le foto sono di ottimo livello, tra le migliori viste fino ad oggi. Buona la possibilità di attivare l’HDR e di effettuare uno scatto con effetto bokeh (non simulato).

Xiaomi Mi Mix 3

Conclusioni

Xiaomi Mi Mix 3 segue le linee dei suoi predecessori con un design stupendo, un corpo realizzato in ceramica ed acciaio e delle prestazioni sempre più convincenti. Lo slider è sicuramente una soluzione possibile per aumentare la screen to body ratio. Purtroppo essa però aumenta la dimensione ed il peso del dispositivo e riducendo lo spazio a qualche componente. Nonostante ciò nell’uso quotidiano Mi Mix 3 si fa usare con piacere. Il display è un toccasana per gli occhi, le prestazioni sono al top con una reattività pazzesca, ottima la fotocamera. La batteria nonostante sia sottodimensionata ci permette in tranquillità di chiudere una giornata di lavoro anche intensa ma non di più. Per ora questo Xiaomi Mi Mix 3 deve essere importato dalla Cina, ma molto presto arriverà la variante Global di cui siamo molto curiosi di scoprire il prezzo ufficiale.

Vi ricordiamo infine di vedere la nostra video-recensione per apprezzare al meglio le caratteristiche di questo device e vi ricordiamo di commentare qui sotto o sulle nostre pagine social per farci sapere la vostra opinione. Conta moltissimo il vostro parere!