A volte penso servano delle giorante così. Dei momenti nel quale i nostri servivi e le nostre applicazioni sulle quali facciamo affidamento ogni giorno ci abbandonano. Gli ultimi due giorni sono stati infatti imortanti per tutti gli utenti Vodafone e per gli utilizzatori di Instagram. Come mai? Scopriamo il perchè di questa nuova puntata del buonasera tech dedicata a down detector!

DOWN DETECTOR

Il famosissimo portale web che si occupa di fornire un rapido stato di tutti i servizi di rete più famosi e conosciuti è stato protagonista delle ultime 48 ore. Sul sito gli utenti possono segnalare in autonomia i malfunzionamenti legati ai propri applicativi e verificare con gli altri utilizzatori se il problema sia solamente locale o abbia entità maggiore. Vodafone ed Instagram sono stati i due servizi che nelle ultime ore hanno generato maggiori difficoltà di accesso ed utilizzo per gli utenti, generando situazioni e scene di ansia generale. Ma come è possibile che le persone siano così vincolate? E soprattuto come è possibile che le persone non sappiano fronteggiare le situazioni di difficoltà legate ai malfunzionamenti?

Down Detector!

VODAFONE

Posso parzialmente capire i problemi e le segnalazioni piene di paure legate all’operatore telefonico. Per chi ne fa un utilizzo lavorativo, trovarsi nel bel mezzo della giornata senza possibilità di utilizzo e senza poter contare sulla connettività cellulare può rappresentare realmente un problema. Di sicuro c’è che ormai gli utenti si trovano sempre spiazzati quando viene loro mancare un qualcosa che oramai definiscono uno standard. Possibile che non si possa più vivere senza cellulare neanche per poche ore però?

INSTAGRAM

Definire Instagram uno standard ed un applicativo indispensabile invece mi riesce veramente difficile. I commenti degli utenti indignati e rattristati dalla impossibilità di accedere al loro social network mi hanno nuovamente lasciato basito. Un segno che ormai le nostre vite si sono spostate completamente sui binari digitali dimenticando in mondo reale e fisico. Sarà che se non si può più evadere e svagarsi nel fittizio mondo virtuale, non rimane che la tristezza e grigezza della  normale vita quotidiana?

E voi? Avete avuto dei malfunzionamenti legati a questi o altri servizi? Come vi comportate in queste situazioni? Fateci sapere la vostra nei commenti qua sotto!

Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!