Gli smartwatch di lusso sono sempre molto difficili da targhettizzare e sopratutto il mercato li ha sempre penalizzati, vuoi perché spendere così tanti soldi per un prodotto bello ma che dopo qualche mese subirà comunque una flessione dal punto di vista del prezzo è una scelta molto azzardata, vuoi anche per il fatto che un collezionista non andrà mai a preferire un classico watch ad uno 2.0.

CONSIGLIO: Patch di ottobre in arrivo per Xiaomi Mi A1!

Summit Montblanc è il perfetto esempio, lui lo scorso anno è stato lanciato in pompa magna e con tantissime aspettative, doveva aprire un filone sugli orologi di lusso smart ma che in verità si è rivelato un vero e proprio flop. Montblanc però pare non demordere ed è pronta ad aggredire il mercato con una nuova versione il Montblanc Summit 2. Questo smartwatch ha da subito attirato la mia attenzione anche solo leggendone la scheda tecnica, perché come vi dicevo sulla recensione dello Skagen Falster 2 il vero problema di questi wear oggi giorni è che non hanno un processore moderno e al passo con i tempi, il 2100 di Qualcomm è un prodotto vecchio e non più prestante. Summit 2 invece è il primo smartwatch ad avere a bordo il nuovo Qualcomm Snapdragon 3100 che finalmente dovrebbe rialzare le sorti del mondo Wear OS. Il 3100 è un processore si studiato per offrire prestazioni migliori ma è anche stato studiato per offrire un ottimizzazione dei consumi più accurata, in modo da garantire una durata della batteria maggiore, che vada oltre il semplice giorno di utilizzo.

Montblanc Summit 2

Montblanc Summit 2 non è solo hardware, l’azienda si è focalizzata anche sul creare applicazioni dedicate per questo smartwatch, infatti potremmo trovare un’applicazione per superare il jet lag studiata in collaborazione con la NASA. L’applicazione per ora sarà eslusiva del Summit 2 ma come sottolineato in fase di presentazione arriverà anche più in là sul Google Play Store. Non è tutto, infatti trovare anche un app Travel Info che ci aiuterà durante i nostri viaggi di lavoro o piacere in giro per il globo.

Per essere uno smartwatch a tutti gli effetti oggi giorno non possono mancare NFC – fondamentale per l’utilizzo di Google Pay – e un comparto hardware «fitness friendly», e anche su questo Montblanc non ha deluso perché lui ha anche il supporto al VO2 Max così da poterlo usare anche per un’allenamento leggero o una corsetta di prima mattina. Chiudiamo questa disamina parlando ovviamente dell’estetica, lui è un orologio di lusso e quindi i materiali sono premium. Troveremo oltre al vetro in zaffiro potremmo scegliere tra quattro tipi di materiali, acciaio inossidabile, acciaio DLC nero, titanio e acciaio bicolore. Il prezzo è di 995 euro e lo potrete trovare direttamente sullo store Montblanc in tute le sue varianti.

SOURCEwareable.com
Scrivere la biografia è la cosa che mi spaventa di più, ma proviamoci. Sono un viaggiatore incallito appena ho un momento prendo e scappo via, porto sempre con me una fotocamera e una lente super wide magari anche fish-eye. Quando vedete il mio nome significa che si sta parlando di wearable, fotografia, Linux o di tastiere meccaniche, che acquisto in maniera compulsiva. Profondo sostenitore che i switch migliori non esistono vago per il web alla ricerca di nuovi mondi inesplorati [click].