Xiaomi è entrata nella “Fortune Global 500” del 2019, a soli 9 anni dalla sua nascita. L’azienda risulta essere la società più giovane nella classifica Global 500 di quest’anno, risultato ottenuto con un fatturato di 26,443.50 milioni di dollari e un utile netto di 2,049.10 milioni di dollari nel precedente anno fiscale.

“A Xiaomi ci sono voluti solo nove anni per entrare di diritto nella classifica Fortune Global 500, una pietra miliare per cui dobbiamo un grande riconoscimento a tutti i nostri Mi Fans e agli utenti per il loro incontenibile supporto. Siamo anche l’azienda più giovane nella classifica di quest’anno, un record che terremo a mente e porteremo a un altro livello nel percorso di espansione globale – spiega Lei Jun, Fondatore, presidente e ceo di Xiaomi.

Nel corso dell’ultimo anno, abbiamo apportato miglioramenti e adeguamenti significativi a livello di strategie, strutture gestionali, sistemi di ricerca e sviluppo tecnologico, linee di prodotti, sviluppi del marchio e molto altro ancora. Queste azioni hanno permesso a Xiaomi di brillare ogni giorno, anche di fronte alla concorrenza agguerrita dei colleghi nazionali e internazionali. Questo onore non segna la fine della nostra ricerca, ma semplicemente un nuovo inizio. Continuiamo a impegnarci per realizzare prodotti sorprendenti e altamente innovativi a prezzi onesti, come afferma la nostra filosofia, con l’intento di permettere ai nostri Mi Fans, utenti e investitori di godere di una vita migliore” .

LEGGI ANCHE OnePlus cambia la sua politica di garanzia?

Tutti i numeri

In qualità di internet company, con smartphone e hardware intelligenti collegati da una piattaforma Internet of Things (IoT), fondata nell’aprile 2010, Xiaomi è stata nominata per la prima volta nella classifica Fortune China 500 in giugno, posizionandosi al 53° posto.

L’azienda ha raggiunto la soglia di 10.000 milioni di Rmb (circa 1.453,72 milioni di dollari) di fatturato nel 2012 e 100.000 milioni di Rmb (circa 14.537,21 milioni di dollari) nel 2017.

Secondo Idc, a marzo 2019, Xiaomi è diventato il quarto brand di smartphone al mondo in termini di volume di vendita delle spedizioni, registrando una crescita del 32,2% rispetto all’anno precedente.

Seguo la tecnologia fin da bambino, ho continuato questa mia passione tramite gli studi di ingegneria. Il settore che amo di più è quello mobile, ma ho una grande passione per il gaming PC. Lo smartphone che preferisco utilizzare è il Google Pixel, quando si prova l'esperienza utente pura di Google è difficile tornare indietro. Campo che sto cominciando ad inseguire ed approfondire è il settore delle reti e delle comunicazioni, mi affascina per la velocità di evoluzione e tutte le potenzialità che ha ancora inespresse.