Essere utenti di un iPhone, o di un altro dispositivo con iOS, rappresenta un esperienza appagante ed unica per molti aspetti. Cura nei dettagli, performance e grafica dedicata rappresentano dei cardini dell’esperienza Apple. A volte però anche questa maniacalità risulta insufficiente e alcuni aspetti non risolti risultano alla lunga indecifrabili. E’ il caso dell’articolo di oggi con il quale volevo condividere la frustrazione, anche se parzialmente Apple come vedremo sta provando a mettere a posto le cose, riguardante l’assurdo limite ai MB scaricabili dall’App Store sotto rete dati mobili. Scopriamo di più assieme!

NELL’ERA DEL 5G.. MA NON PER APP STORE

Se avete provato a scaricare un applicazione o un gioco di grandi dimensioni dallo store proprietario di Apple vi sarete imbattuti anche voi in questa assurda situazione. Un limite imposto e studiato da Apple inerente i MB scaricabili (fino ad oggi 150) se non connessi a rete WI-FI. Dicevamo fino ad oggi perché sembra che questo limite sia stato portato a 200 MB. Un palliativo che non pone sicuramente rimedio ad un aspetto non risolto di iOS. Possibile che nell’era delle connessioni mobili iper veloci, e forse per alcuni di noi anche con qualità e banda maggiore rispetto alle reti WI-FI di casa, non si possa sfruttare appieno le potenzialità offerte dai gestori? Dato che si fanno pagare, come abbiamo visto recentemente anche profumatamente, non sarebbe il caso di sfruttarli a dovere?

Limite nella quanità di MB scaricabili per una singola App nello Store di Apple

iOS 13 E SPERANZE FUTURE

Spero in prima persona che questa situazione venga presto risolta. Magari in concomitanza della nuova uscita del software iOS 13 che vedremo fra pochi mesi con i nuovi hardware Made in Apple. Sembra infatti che la gabbia dorata descritta da molti utenti del web a volte non sia così tanto dorata ma semplicemente un insieme di regole inspiegabili che pone limitazioni agli utenti. La sicurezza dell’utilizzo del proprio dispositivo secondo Apple è sempre stato un valore fondante, ma lasciare delle libertà di decisione agli utenti credo sia diventato ormai un obbligo, anche per il gigante Californiano.

SOURCE9to5mac
Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!