E’ notizia di oggi che la città di San Francisco, tramite una scelta della giunta amministrativa, ha iniziato il processo di divieto dei sistemi di riconoscimento facciali. Con la motivazione di una non sufficiente protezione dei dati personali e di potenziali criticità legate a rischi discriminatori, la decisione diventerà operativa nel futuro prossimo. Analizziamo meglio insieme la notizia!

LEGGI ANCHE: Samsung TV con supporto ad Apple TV

I sistemi di riconoscimento facciali sono diventati sempre più diffusi ed utilizzati in ogni angolo del mondo. Grazie all’adozione su praticamente tutti i recenti smartphone immessi in commercio dalle aziende, oggi ha praticamente superato i sistemi biometrici delle impronte digitali. La città di San Francisco ha però deciso che la comodità di utilizzo della nuova tecnologia non era sufficiente se confrontata alle falle di privacy che vengono imputate al Face-ID.

Face-ID fra comodità e sicurezza

La scelta governativa rientra in un progetto di più ampio respiro volto a regolamentare la privacy nel mare agitato di internet. Rimane da capire come questa decisione inciderà sui servizi e sui device che fondano la loro funzionalità sulla tecnologia di riconoscimento del volto. Aggiorneremo la notizia appena il decreto diventerà operativo e si avranno i primi effetti!

Voi cosa ne pensate? Preferite la comodità anche a discapito della sicurezza e della privacy? Fateci sapere cosa ne pensate nel box dei commenti!

SOURCELa Repubblica
Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!