E’ notizia di oggi che la città di San Francisco, tramite una scelta della giunta amministrativa, ha iniziato il processo di divieto dei sistemi di riconoscimento facciali. Con la motivazione di una non sufficiente protezione dei dati personali e di potenziali criticità legate a rischi discriminatori, la decisione diventerà operativa nel futuro prossimo. Analizziamo meglio insieme la notizia!

LEGGI ANCHE: Samsung TV con supporto ad Apple TV

I sistemi di riconoscimento facciali sono diventati sempre più diffusi ed utilizzati in ogni angolo del mondo. Grazie all’adozione su praticamente tutti i recenti smartphone immessi in commercio dalle aziende, oggi ha praticamente superato i sistemi biometrici delle impronte digitali. La città di San Francisco ha però deciso che la comodità di utilizzo della nuova tecnologia non era sufficiente se confrontata alle falle di privacy che vengono imputate al Face-ID.

Face-ID fra comodità e sicurezza

La scelta governativa rientra in un progetto di più ampio respiro volto a regolamentare la privacy nel mare agitato di internet. Rimane da capire come questa decisione inciderà sui servizi e sui device che fondano la loro funzionalità sulla tecnologia di riconoscimento del volto. Aggiorneremo la notizia appena il decreto diventerà operativo e si avranno i primi effetti!

Voi cosa ne pensate? Preferite la comodità anche a discapito della sicurezza e della privacy? Fateci sapere cosa ne pensate nel box dei commenti!