Cari lettori di Spazio iTech, dopo il lancio di Google Pixel e Pixel XL, sono stati confermati alcuni rumors che uscirono settimane prima di questo smartphone. Google ha confermato ufficialmente che i nuovi Pixel sono dotati di certificazione IP53, resistenti cioè all’acqua e alla polvere per brevi periodi. Non appare nulla sul sito ufficiale, ma potete stare tranquilli poichè si tratta di una notizia certa.

google_pixel

Nello specifico, lo standard IP53 ha un significato leggermente diverso rispetto a quello a cui siamo abituati. Il “3”, secondo le specifiche del marchio International Protection, indica il grado di resistenza all’acqua: si va da 0 a 8. I dispositivi certificati IPX3 posso resistere a queste condizioni: “l’acqua che cade sotto forma di spruzzo ad un angolazione fino a 60 gradi dall’alto non ha effetti dannosi”. L’altro numero, il “5” stabilisce che lo smartphone non potrà resistere a condizioni estreme di sporco ma sarà in grado di resistere alle normali situazioni quotidiane.

In altre parole, i Pixel resisteranno in una giornata di pioggia, ma meglio non lasciarli/usarli durane un nubifragio, soprattutto se appoggiati su una superficie in orizzontale. Scordatevi di immergere i vostri device nell’acqua, magari facendo video subacquei. Purtroppo questo standard non permette, a differenza degli ultimi top di gamma come Galaxy S7 o iPhone 7, di introdurre completamente il device nell’acqua.