IL BUONASERA TECH (puntata 9)

Gli utenti del mondo tech, specialmente per il settore mobile, sono sempre alla ricerca del miglior affare che il mercato possa proporre. Se però, anni fa, l’unica possibilità per avere delle ottime performance a prezzo contenuto era aspettare la diminuzione dei prezzi dei top di gamma delle passate generazioni, oggi la fascia media può dire la sua prepotentemente. L’uso quotidiano dei così detti “mid-range” è migliorato a tal punto da non essere poi così distante dall’esperienza che restituiscono le punte di diamante delle case, offrendo agli utenti un ventaglio di scelte sempre maggiore. Ed allora, con un budget di 300/400 €, è meglio comprare un top dell’anno scorso, oppure un’esponente della florida fascia media?

LEGGI ANCHE:LG svela la collezione TV 2019: l’AI al primo posto

Analizziamo insieme quelli che per me sono le principali considerazioni da fare in caso ci trovassimo davanti a questa scelta. In primo luogo l’età anagrafica”. Nel settore tech, l’anno di uscita è sempre un elemento da considerare in quanto fotografa lo stato dell’hardware che le varie case avevano a disposizione al momento del lancio, oltre che rappresentare il tempo di vita del dispositivo per il produttore. Da un lato si parla di capacità delle batterie, di processori, di qualità fotografiche ed il loro costante aggiornamento di anno in anno. Dall’altra, se è vero che in un anno le migliorie hardware non sono mai cosi sostanziali, per le case produttrici gli smartphone di passata generazione non sono quasi mai al centro dei pensieri. Può capitare dunque di vedere meno supportato il proprio device per via dell’uscita dei nuovi modelli, con conseguenti problemi legati agli aggiornamenti migliorativi/correttivi nel tempo.

Top Gamma o medio gamma?

Discorso diverso per i device “attuali” della fascia media i quali, in diversi casi, godendo di buona vendibilità al momento dell’uscita (vedi tutti gli smartphone etichettati come BEST-BUY) possono contare su di un periodo di supporto maggiore e costante.

LEGGI ANCHE:Huawei Watch GT | Nuove versioni Active ed Elegant

Il secondo punto e’ rappresentato dalla rivendibilità. Questo fattore interesserà magari la parte piu fanatica dei lettori, ma sicuramente è un aspetto da tenere in conto. Se è vero che acquistando un top di gamma dell’anno precedente si può risparmiare in partenza, nel momento in cui lo si vorrà rivendere, probabilmente, sarà già stato superato da due generazioni e diventato meno appetibile sul mercato “secondario” degli smartphone usati.

Quando si copra uno smartphone, va considerato anche il mercato degli usati

Per i medio gamma il discorso prezzo/svalutazione è sicuramente presente, ma partendo da un price-range più basso, la differenza fra acquisto ed eventuale rivendita è sicuramente inferiore.

LEGGI ANCHE:Galaxy S10, quando Samsung dice di NO al notch

Terzo ed ultimo l’elemento che non vorrei citare, in quanto in parte ragione di vergogna e crisi dei nostri tempi, ma che sono costretto ad evidenziare. L’aspetto sociale. Non è motivo di vanto infatti constatare che alcuni telefoni siano diventati uno status symbol, con tutto ciò che ne deriva. Seppure senza nessuna logica apparente, può capitare infatti di sentirsi esclusi se si sceglie di comprare un telefono non all’ultimo grido od uno ormai superato dai nuovi modelli.

Gli utenti sono divenate vittime dei brand?

In questo caso, la fascia media sicuramente offre un opzione in piu’, in quanto nella maggior parte dei casi i modelli non sono successori di precedenti uscite, non soffrendo cosi dell’effetto moda.

LEGGI ANCHE:IL BUONASERA TECH (puntata 7)

I tre punti che ho voluto analizzare oggi, sono per me i più importanti e quelli meritevoli di maggior rilievo. Ognuno per una sua ragione specifica, che va dalle scelte di portafoglio, a quelle di cervello fino a giungere a quelle emotive-istintive. Per fortuna, qualsiasi sia la scelta, vi ritroverete con un ottimo telefonino, in grado di accompagnarvi egregiamente nelle vostre giornate. A voi la scelta!

E voi? Cosa preferireste fra un ex top gamma ed un medio gamma attuale? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Penso di amare gli smartphone in maniera incondizionata: sono il settore tech che ancora oggi è più in grado di affascinarmi ed appasionarmi. Sin dal mio primo dispositivo smart (il mitico LG Optimus ONE) passando per tutte le varie prove che ora mi portano a testare il maggior numero di cellulari posibili, il mio amore non è mai diminuito. ANZI! Ora questa mia grande passione si sta trasformando in qualcosa di più con Spazio iTech, dove ho la fortuna con recensioni, articoli ed attività social , di raccontarvi il mio punto di vista sul mondo tech!